TRITTICO DEI SANTI PATRONI DI CASOLE D’ELSA

I Santi laterali, San Donato e San Niccolò sono ambedue Vescovi e Martiri, e quindi rappresentati con abiti consoni al loro status: la mitra, il bastone vescovile, il Libro delle Sacre Scritture nelle mani.
 Sono severi ma solenni, e volgono i loro volti verso la figura di San Michele Arcangelo .

San Michele Arcangelo al centro è rappresentato con la spada sguainata nell’atto di colpire la figura diabolica del male che incalza ai suoi piedi nella lotta eterna degli opposti che governa da sempre il mondo. Alla calma serena dell’Arcangelo si oppone il ghigno disperato del suo antagonista. 

La lotta del bene e del male e, in genere, la contrapposizione degli opposti: vita – morte, bello – brutto, amore – odio, etc. è un filo conduttore che si ritrova nell’opera dell’artista.
TITOLO :TRITTICO DEI SANTI PATRONI DI CASOLE D’ELSA
SOGGETTO:Il Trittico raffigura San Niccolò, San Donato e San Michele Arcangelo.
DATA :Agosto del 1997.
TECNICA :Legno, cemento e metalli assemblati.
DIMENSIONI :La Pala misura 3 mt. per 2 mt.
COLLOCAZIONE Collegiata di Casole d’Elsa (vedi mappa)
NOTE:L’opera riprende nella articolazione e nelle decorazioni delle cuspidi lo stile gotico della Collegiata

L’ANNUNCIAZIONE

Le figure dell’Angelo e della Vergine si fronteggiano, antiche, nella loro disposizione tradizionale sembrano tuttavia guerrieri del futuro in una atmosfera senza tempo, dove il bagliore dei metalli accende il filo sottile della poesia

Il metallo lucido e tagliente è la purezza dello spirito; il viso e le mani fragili nella loro materia porosa e scabra simboleggiano la debolezza dell’umanità

TITOLO :L’ANNUNCIAZIONE
SOGGETTO:L’Angelo che annunzia alla Vergine Maria l’imminente maternità
DATA :Dicembre 1995
TECNICA :Legno, cemento e lamine metalliche.
DIMENSIONI :Il Gruppo ha una altezza di 1,40 mt. per una larghezza di 2 mt.
COLLOCAZIONE :Cripta della Collegiata di Casole d’Elsa (vedi mappa)
NOTE:I volumi strutturali sono generati dalla torsione delle lamine metalliche 

SANTA CATERINA 

Rappresenta la Santa semi inginocchiata con le braccia alzate in atto di preghiera, dalle palme delle mani si eleva un arco che rappresenta un giglio da sinistra e la cupola di S. Pietro da destra uniti al sommo da una croce per sottolineare l’aspetto peculiare della Santa: ascetica e combattiva, dal volto sereno ma severo.
TITOLO :SANTA CATERINA 
DATA :1998
MATERIALE :Bronzo
DIMENSIONI :altezza 70cm.
COLLOCAZIONE :Atelier dell’Artista

RATTO DI PROSERPINA (Morte)

La figura femminile cerca disperatamente di liberarsi dalla morsa terribile del dio degli Inferi che emerge col solo torace possente per trascinarla negli abissi.
A nulla vale la lotta, il cui finale, è purtroppo per l’Uomo ampiamente scontato
TITOLO :RATTO DI PROSERPINA (Morte)
DATA :2001
MATERIALE :Piccolo gruppo su ovale di acciaio.
DIMENSIONI : 
COLLOCAZIONE :Atelier dell’Artista ( “Il Giardino dell’Arte”)

Porta del Battesimo della Propositura di Pievescola

La Porta del Battesimo della Propositura di Pievescola, 2001,
n. 4 ante cm. 130 x 40, cristallo dipinto
L’opera è articolata sui 4 specchi della porta.  
Al centro l’immagine di San Giovanni in atto di battezzare, di fronte Gesù.
Ai due lati gruppi di angeli osannanti.
In basso i simboli dei 4 evangelisti
Tecnica: pittura su vetro
Vetri di dimensione 40×120 cm.

INVERNO

Serie di 3 tondi raffiguranti le stagioni in sembianze femminili.
L’Inverno” è bianco e freddo nel suo corpetto smagrito ha grandi capelli di sterpi spogli
TITOLO :L’INVERNO
DATA :Settembre 1995-Febbraio 1996
MATERIALE :Ottone, Rame ed Jctong
DIMENSIONI :cm. 70
COLLOCAZIONE :Atelier dell’Artista

PRIMAVERA

Serie di 3 tondi raffiguranti le stagioni in sembianze femminili.
La Primavera” verde e ramata ha fiori da ogni parte sul corpetto generosamente scollato
TITOLO :LA PRIMAVERA
DATA :Settembre 1995-Febbraio 1996
MATERIALE :Ottone, Rame ed Jctong
DIMENSIONI :cm. 70
COLLOCAZIONE :Atelier dell’Artista

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito